L’ITALIA AL CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE

IL NOSTRO “PAESE OSPITE” PRESENTE AL “BACCHUS 2017”

L’Ambasciatore Stefano Sannino e il Presidente della Union Española de Catadores (UEC), Fernando Cayetano Gurucharri Jaque, hanno firmato un accordo di collaborazione che formalizza la partecipazione dell’Italia, in qualità di Paese ospite, al Concorso Enologico Internazionale Bacchus, in programma a Madrid dal 9 al 13 marzo 2017. L’accordo avvia una collaborazione strutturata tra gli Enti italiani di promozione presenti in Spagna e la UEC per promuovere la conoscenza del vino italiano nel Paese, anche in vista della Seconda edizione della Settimana della Cucina italiana che si svolgerà dal 20 al 26 novembre 2017.

Nell’occasione è stato adottato il seguente comunicato:

CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE BACCHUS 2017: ITALIA, PAESE OSPITE

Il grande appuntamento spagnolo con il mondo del vino, il Concorso Enologico Internazionale Bacchus, conferma che il paese ospite alla XV edizione sarà l’Italia, una delle potenze vinicole storiche del palcoscenico internazionale.

Dal 9 al 13 marzo il Concorso Enologico Internazionale Bacchus convertirà Madrid nella capitale mondiale del vino. Un incontro con elaborazioni provenienti prossochè dall’intero universo vinicolo mondiale che in questa occasione avrà un invitato speciale: l’Italia.

La Unión Española de Catadores, organizzatrice fin dalla fondazione del Concorso Enologico Internazionale Bacchus, e l’Ambasciata d’Italia hanno formalizzato, a Madrid presso i saloni dell’Ambasciata, la firma dell’accordo per mezzo del quale l’Italia diviene paese ospite di Bacchus 2017, con la partecipazione di 50 vini italiani selezionati mediante l’operato dell’Agenzia Italiana per il Commercio Estero (ICE) e la Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna.

Una cerimonia presieduta dall’Ambasciatore Stefano Sannino e dal Direttore del Concorso Enologico Internazionale Bacchus, Fernando Gurucharri, che hanno sottolineato la consolidata scommessa dell’Italia per una vitivinicoltura di qualità e l’importante opportunità che rappresenta Bacchus quale vetrina di promozione dei vini italiani in virtù della presenza, nelle giornate dei lavori, di una selezione internazionale di opinion leaders (Masters of Wine, Masters Sommelier, addetti ai lavori, giornalisti del settore).

La conferma dell’Italia come paese ospite di Bacchus, che si colloca nel contesto di una più ampia collaborazione avviata tra l’Ambasciata d’Italia e la Unión Española de Catadores per far conoscere i vini italiani in Spagna, sarà accompagnata da una serie di eventi promozionali che si svolgeranno nel corso del programma previsto in questo concorso di qualità. Tra i molti appuntamenti, la cerimonia di inaugurazione di Bacchus 2017 presso la Residenza dell’Ambasciata d’Italia a Madrid (9 marzo) e la concessione di un Bacchus de Oro speciale al vino italiano meglio giudicato dal panel di degustatori di Bacchus 2017. L’Italia annovererà, infatti, rappresentanti di primo livello nel panel di degustatori di Bacchus 2017, tra i quali spicca la presenza di influenti prescrittori del nostro paese quali Luca Gardini, miglior sommelier del mondo nel 2010 e Stefania Vinciguerra, capo redattrice del portale DoctorWine.

L’Ambasciatore Italiano Stefano Sannino con il Presidente di Bacchus 2017 Fernando Gurucharri

(sin.) Giovanni Aricò segretario generale Camera di Commercio Italiana Madrid, il Presidente ICE Marco Verna, il Presidente Gurucharri e l’Ambasciatore Sannino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Ambasciatore Italiano ed il Presidente di Bacchus 2017

L’Ambasciatore Italiano Sannino firma l’accordo con il Presidente di Bacchus 2017 Gurucharri